Prestiti in 24 ore, prestiti immediati e prestiti veloci: confronto, caratteristiche, migliori prodotti

146

Indice dei contenuti

Per ottenere prestiti in 24 ore è necessario rivolgersi a società di credito che propongono finanziamenti on line, da erogare in breve tempo dopo una fase istruttoria semplificata. Le opportunità sul mercato non mancano, con sfumature diverse circa le modalità di finanziamento, importi richiedibili ed altre caratteristiche peculiari dei prodotti proposti dagli istituti bancari. In questa guida cercheremo di fare un confronto tra prestiti immediati e prestiti veloci, che a dispetto del nome similare hanno delle differenze significative: in ogni caso si tratta di finanziamenti che consentono di affrontare spese urgenti e soddisfare piccole esigenze della quotidianità evitando iter burocratici troppo complicati o piani di rimborso dalla durata eccessiva.

Come si richiedono prestiti 24 ore

Le proposte di prestiti in 24 ore che vengono pubblicizzate da istituti di credito e società finanziarie si riferiscono specificamente a prestiti on line, che prevedono appunto una risposta alla domanda di finanziamento in brevissimo tempo, entro le 24 ore. Una volta ottenuto l’assenso, dopo aver compilato un form con i dati personali e di reddito richiesti,  bisogna inviare la documentazione on line che prevede semplicemente

  • Un documento di identità in corso di validità
  • Il codice fiscale o la tessera sanitaria
  • Il documento di reddito (busta paga o dichiarazione dei redditi)

Se non insorgono problematiche particolari in fase di valutazione della pratica, entro brevissimo tempo, in genere 48-72 ore, il contratto viene sottoscritto e il denaro richiesto viene erogato.

Requisiti di accesso al credito

I prestiti veloci e immediati constano generalmente di piccole somme che vengono erogati con criteri meno stringenti per ciò che concerne l’impatto sulle politiche di rischio, ma molto dipende dal singolo istituto che propone tali prodotti finanziari. In generale i requisiti di accesso al credito restano i medesimi due validi per ogni richiesta di finanziamento, ovvero

  • Reddito solido dimostrabile
  • Storico crediti precedenti privo di segnalazioni nella Centrale Rischi

Va detto in linea generale che esistono maggiori opportunità di concessione anche per i cattivi pagatori, in virtù delle piccole cifre erogate, tuttavia la richiesta di garanzie aggiuntive potrebbe comunque far slittare le tempistiche di erogazione.

Prestiti veloci, le caratteristiche

Le caratteristiche peculiari dei prestiti veloci prevedono tempi di erogazione molto brevi e importi contenuti, ben più limitati rispetto a quello di un prestito personale standard, anche erogato via web. Questi finanziamenti sono ampiamente diffusi ed erogati da numerosi istituti di credito, e solitamente prevedono

importi massimi che si possono richiedere fino a un tetto massimo di 5.000 o 10.000 euro, con piani di ammortamento che di norma non vanno oltre le 60 mensilità. In ogni caso è bene consultare il sito ufficiale della singola società finanziaria a cui intendiamo rivolgerci poiché le condizioni possono variare in base all’ente erogatore.

Cosa sono i prestiti immediati

Pur essendo spesso associati insieme nella descrizione dei prodotti finanziari, i cosiddetti prestiti immediati differiscono dai prestiti veloci sopra descritti poiché

le tempistiche sono ancora più rapide, arrivando alle 24 ore di durata per tutto l’iter che va dalla presentazione della necessaria documentazione fino all’erogazione del capitale richiesto, che in genere non supera i 5.000 euro, contro le 48-72 ore dei prestiti veloci.

Numericamente sono minori gli istituti di credito che erogano questa tipologia di finanziamento, che rappresenta rappresenta un’alternativa al fido bancario riservata a coloro che hanno un bisogno urgente di liquidità per affrontare una spesa imprevista, e per differenziarli vengono anche definiti prestiti velocissimi.

Finanziamento 100 per cento on line

Per ottenere il massimo della rapidità in termini di iter ed erogazione del finanziamento, esso deve essere avvenire via web come abbiamo detto, tuttavia a seconda della società finanziaria a cui ci rivolgiamo possiamo avere

  • Un iter di finanziamento 100 per cento on line
  • Un inter di finanziamento solo parzialmente on line

Nel primo caso abbiamo davvero la massima velocità possibile in fatto di tempistiche di attesa, poiché anche l’invio della documentazione avviene on line, e la sottoscrizione del contratto giunge tramite firma digitale. Se invece per questi passaggi viene richiesta la presenza in sede inevitabilmente abbiamo un allungamento dei tempi. Per questo a nostro avviso gli unici veri prestiti veloci o immediati che si possono definire tali sono quelli che consentono di svolgere l’intero iter on line.

Tassi di interesse

Come per ogni formula di finanziamento è necessario valutare le condizioni economiche offerte per comprendere la convenienza di un determinato prodotto. I tassi di interesse applicati ai prestiti veloci e velocissimi sono naturalmente sempre

  • Il TAN, il Tasso Annuo Nominale che indica in valore percentuale gli interessi applicati al capitale erogato
  • Il TAEG, il Tasso Annuo Effettivo Globale che indica in valore percentuale l’insieme delle spese, oneri e commissioni connessi al finanziamento

Se da un lato i prestiti personali veloci sono una modalità di finanziamento che può rivelarsi estremamente utile per chi ha spese urgenti da affrontare, dall’altro bisogna convenire che spesso hanno tassi di interesse più elevati della media, soprattutto se vengono erogati a chi ha avuto qualche disguido finanziario precedente e ha bisogno di liquidità immediata, per cui è sempre bene fare un confronto tra preventivi tra vari prodotti in questi casi, per valutare quanto sia vantaggioso.

Si può ottenere la cessione del quinto?

In genere quando parliamo di prestiti veloci e immediati ci si riferisce nello specifico a prestiti personali di importo molto contenuto che vengono rimborsati mediante bollettini postali oppure scegliendo un rimborso automatico dal conto corrente tramite Rid bancario. Lavoratori dipendenti e pensionati possono chiedere un piccolo importo tramite cessione del quinto,

che consente di rimborsare il prestito mediante una trattenuta diretta sullo stipendio. Questa formula prende il nome di cessione del quinto perché la trattenuta non può superare appunto un quinto del totale percepito, ma in questo caso parliamo di cifre più modeste. Tuttavia il meccanismo di valutazione ed erogazione della cessione del quinto è un po’ più complesso, per cui le tempistiche si allungano anche in presenza di prestito veloce on line.

Garanzie alternative

Chi vuole chiedere un prestito veloce ma non ha una busta paga deve essere in grado di fornire garanzie alternative, parliamo soprattutto di lavoratori precari che non hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato o una dichiarazione dei redditi elevata, ma vale anche per chi non ha affatto un reddito da lavoro e deve affrontare una spesa imprevista urgentemente. Trattandosi di piccole somme

le opportunità di accettazione della domanda sono comunque più facili rispetto a un prestito personale standard, ma servono comunque forme di reddito alternative, quali possono risultare una somma vincolata, o addirittura un bene materiale da offrire in pegno. Anche in questo caso è bene informarsi sulle singole società di credito che offrono tali opportunità.

Conclusioni

Sebbene non si tratti sempre davvero di prestiti in 24 ore, le formule di finanziamento più rapide che abbiamo riscontrato monitorando il mercato del credito sono prestiti immediati e prestiti veloci, l’ideale per chi ha bisogno di una piccola cifra in tempi celeri. Consigliamo di valutare attraverso i comparatori on line o un confronto tra preventivi gratuiti richiedibili on line le condizioni economiche, poiché non tutte le offerte di finanziamento hanno tassi di interesse davvero allettanti.