Prestiti in 24 ore per l’esercito: le soluzioni migliori per le forze armate

55

Indice dei contenuti

Quali prestiti in 24 ore per l’esercito offre il mercato del credito? Chi è impiegato nelle forze armate può innanzitutto accedere a tutta la gamma di prestiti veloci disponibile, che in genere propone cifre di importo contenuto ma anche di entità superiore sotto forma di prestito on line. Ma vi sono poi finanziamenti specifici riservati a coloro che indossano la divisa, e che cercheremo di analizzare in dettaglio: come tutti i lavoratori dipendenti pubblici e statali vi sono delle agevolazioni per coloro che richiedono un finanziamento, grazie alle convenzioni stipulate. Vediamo allora come funzionano i prestiti per l’esercito, e a chi rivolgersi per avere questi finanziamenti dedicati alle forze armate.

Prestiti agevolati Inpdap

I prestiti agevolati Inpdap sono la formula di finanziamento privilegiata per chi è un dipendente pubblico statale come un esponente delle forze armate. Si tratta di finanziamenti garantiti dallo Stato, per cui si riesce ottenere una somma di denaro senza particolare difficoltà, purché i militari siano iscritti al Fondo Credito apposito. Attraverso questo strumento si possono ottenere in breve tempo piccoli prestiti, liquidità aggiuntiva per le finalità più disparate, con importi pari a una o più mensilità dello stipendio percepito da restituire in ammortamenti predefiniti. Nello specifico è possibile richiedere

  • 1 mensilità da rimborsare in 12 mesi
  • 2 mensilità da rimborsare in 24 mesi
  • 3 mensilità da rimborsare in 36 mesi
  • 4 mensilità da rimborsare in 48 mesi

Come richiedere i piccoli prestiti

Basta rivolgersi alla propria amministrazione e inviare i documenti personali e di reddito via web per ottenere questi piccoli prestiti nel giro di pochi giorni. Si tratta indubbiamente del prestito dedicato più veloce per gli esponenti delle forze armate, e parimenti al prestito in 24 ore tale dicitura indica solo la fattibilità dell’operazione, mentre è necessario qualche giorno in più per l’erogazione. Possono richiederlo tutti coloro che

  • Sono iscritti al Fondo Inpdap – Gestione unitaria delle prestazioni sociali e creditizie
  • Hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato (in questo secondo caso la durata del prestito non deve superare la scadenza del contratto di lavoro)

e contestualmente il piccolo prestito può consentire di ricevere un raddoppio dell’importo di mensilità, per cui in base allo schema sovrastante si potranno avere fino a un massimo di 8 mensilità, da risarcire sempre in 48 mesi. Dal punto di vista dei costi del finanziamento

il tasso di interesse è molto buono, fissato intorno al 5 per cento, di cui uno 0,5 per cento per le spese di amministrazione dell’ente e un contributo al Fondo Rischi che varia a seconda dell’età del richiedente e della durata del prestito.

Prestiti a militari possono essere rinnovati?

Gli appartenenti alle forze armate possono richiedere in caso di necessità anche il rinnovo dei piccoli prestiti Inpdap, rispettando le tempistiche previste, di cui di seguito:

  • dopo 6 mesi in caso di prestiti a 12 mesi
  • dopo 12 mesi in caso di prestiti a 24 mesi
  • dopo 18 mesi in caso di prestiti a 36 mesi
  • dopo 24 mesi in caso di prestiti a 48 mesi

Prestiti pluriennali Inpdap

Se i piccoli prestiti erogati dall’Inps ex Inpdap hanno importi e tempistiche del tutto analoghe ai finanziamenti rapidi on line, a titolo informativo riportiamo anche i prestiti pluriennali Inpdap, erogati sempre sotto forma di cessione del quinto, ma che prevedono importi molto più elevati, e una richiesta di documentazione più complessa. Infatti questi prestiti

hanno durata quinquennale o decennale, con un tasso di interesse anche qui molto conveniente intorno al 3,5 per cento, sempre con uno 0,5 per cento per le spese di amministrazione e contributo al Fondo Rischi. Gli iscritti alla Gestione Unitaria devono risultare appartenenti all’ente da almeno 4 anni, ovvero 48 mesi di anzianità di servizio.

Finalità del prestito pluriennale

Oltre a essere più stringenti i requisiti di accesso, per i prestiti pluriennali è necessario presentare delle finalità e motivazioni in forma scritta che rappresentano prerogativa ineludibile per ottenere il credito, e determina anche un allungamento dei tempi come abbiamo accennato all’inizio. Le finalità accettate per ottenere il denaro sono

  • Calamità naturali
  • Rapina, furto e incendio
  • Lavori condominiale nella casa di residenza
  • Manutenzione ordinaria e straordinaria della stessa
  • Installazione di impianti di energia rinnovabile
  • Acquisto di una vettura nuova o usata
  • Stato di malattia
  • Trasferimenti fuori sede
  • Corsi post laurea, purché durino più di due anni
  • Matrimonio
  • Nascita di figli

Questo per ciò che concerne i prestiti a 60 mesi, e alcune di tali finalità hanno degli importi massimi già predeterminati. Per i prestiti a 120 mesi invece abbiamo le seguenti documentazioni

  • Riscatto di alloggio popolare o della cooperativa
  • Acquisto o costruzione di una casa di residenza fino a un massimo di 150.000 euro
  • Estinzione anticipata di un mutuo ipotecario
  • Malattie e patologie gravi di un componente del nucleo familiare

Nella documentazione del prestito pluriennale è previsto anche l’invio di un certificato medico di buona salute, massimo risalente a 45 giorni prima, e se necessario una documentazione aggiuntiva di spesa. I prestiti pluriennali Inpdap si possono rinnovare dopo 2 anni in caso di prestiti a 60 mesi, e invece dopo 4 anni nel caso di un finanziamento a 120 mesi.

Estinzione anticipata del prestito

Oltre ai tassi di interesse molto convenienti, un altro indubbio vantaggio di questi prestiti dedicati alle forze armate è il meccanismo di funzionamento dell’estinzione anticipata, che rispetto alle tradizionali società finanziarie

non prevede alcuna penale fino all’1 per cento massimo come avviene solitamente. Anzi il militare riceverà il rimborso della quota eccedente per il contributo al Fondo Rischi nel momento in cui dovesse decidere di restituire anzitempo il debito residuo.

Conclusioni

Magari non saranno veri e propri prestiti in 24 ore, ma indubbiamente i piccoli prestiti Inpdap così come quelli pluriennali offrono numerosi vantaggi ai membri dell’esercito, che possono così ottenere somme di denaro a condizioni agevolate. Resta comunque fattibile in ogni caso anche a coloro che lavorano nelle forze armate richiedere i prestiti on line che istituti di credito e società finanziarie propongono sul mercato a una vasta platea di potenziali soggetti interessati. In questo caso tassi e condizioni saranno quelli di mercato, ma la velocità di erogazione è quella massima proponibile.