Prestiti in 24 ore per i non censiti: è possibile?

Indice dei contenuti

Se vuoi scoprire se è possibile richiedere dei prestiti in 24 ore per i non censiti, sei nel posto giusto. In questa guida ti spiegheremo come fare per evitare che la tua richiesta di finanziamento venga scartata a causa della tua assenza nei database finanziari. Ma prima, scopriamo insieme chi è un non censite e quali sono le sue caratteristiche.

Richiedenti non censiti: chi sono

I richiedenti non censiti sono delle persone che non hanno mai ottenuto un primo prestito, di alcun tipo. Quindi non sono ancora stati inseriti nel database dell’istituto finanziario e non ci sono informazioni riguardo la loro posizione. Pertanto nessuna banca sa quanto possa essere affidabile il cliente ed è difficile che i creditori si prendano il rischio di approvare delle loro richieste quando vengono proposte.

In poche parole quando una persona non ha mai richiesto un prestito ma ha bisogno di una liquidità urgente per sostenere una spesa, potrà risolvere il problema utilizzando altre forme di garanzie per poter far capire alla finanziaria di possedere dei modi per coprire il debito del finanziamento. Tra le varie forme di garanzia richiedibili c’è la fideiussione, quindi l’utilizzo di una terza persona che garantisca la copertura del debito al posto dell’effettivo beneficiario, oppure l’ipoteca di un immobile di proprietà o l’impegno di un bene mobile.

Ma si tratta comunque di un interrogativo molto comune quello di capire se un richiedente non censito possa comunque ottenere un finanziamento.

Come richiedere i prestiti in 24 ore per non censiti

Se una persona non è mai stata censita da una banca perché non è mai riuscita ad ottenere un prestito, esistono delle strade per aggirare il problema e poter accedere ad una qualsiasi forma di credito.

Un requisito fondamentale quando si avanza la richiesta di un prestito è quello di avere uno storico creditizio impeccabile, senza debiti e senza protesti di sorta. Quindi un non censito difficilmente avrà un passato creditizio da dimostrare. Perciò se il richiedente non ha questo requisito dovrà avvalersi della firma di un garante che possa assicurare alla banca di essere in grado di coprire il debito in qualche modo qualora il beneficiario non riuscisse a coprire alcune rate del finanziamento.

Pertanto una delle soluzioni possibile per accedere ai prestiti in 24 ore anche se non censiti è quella di designare un garante, ossia un genitore, un parente, un amico, un socio o una qualsiasi altra persone affidabile.

Ma scopriamo nel dettaglio come si invia la richiesta per i prestiti in 24 ore per non censiti con un garante.

Prestiti in 24 ore per non censiti con garante: come fare la richiesta

Per fare la richiesta dei prestiti in 24 ore per non censiti con l’utilizzo di un garante, bisogna inviare una richiesta di tipo differente rispetto ai finanziamenti tradizionali. Occorre infatti riportare anche la firma di questa terza persona nonché i dati personali di entrambe le parti.

Tuttavia, il garante dovrà avere tutti quei requisiti che mancano al richiedente. Il fideiussore dovrà infatti essere un censito dalla banca, quindi dovrà già aver fatto dei prestiti in passato e dovrà anche avere uno storico creditizio ottimale e senza alcun tipo di debiti. Non dovrà avere degli altri prestiti in corso e deve avere una situazione reddituale dimostrabile con delle buste paga o anche delle certificazioni uniche se si tratta di un libero professionista. Il garante potrà essere anche pensionato ma con un cedolino pensionistico soddisfacente e non con un assegno sociale o un assegno minimo.

Prestiti in 24 ore per non censiti senza garante: quali altri soluzioni esistono?

Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, quando non si è censiti e si vogliono ottenere dei prestiti in 24 ore, sarà possibile procedere per diverse strade. In primis si può usare un garante, e quindi prendere la via della fideiussione, in mancanza della firma di un garante si potrà procedere anche in altri modi.

Esistono infatti anche dei prestiti in 24 ore per non censiti senza il garante. Si potrà richiedere un preventivo gratuito presso gli uffici finanziari o in via telematica. Nel preventivo bisognerà specificare tutti i propri dati personali e poi si dovranno indicare i propri possedimenti e la propria situazione reddituale.

Quali sono gli importi richiedibili

Un non censito che vuole richiedere un prestito in 24 ore potrà richiedere degli importi che dipendono dal reddito dimostrato. Infatti se si è un libero professionista o un dipendente di un Ministero ci sarà una grande differenza. In realtà non sempre sarà facile simulare un ipotetico ammontare che si potrà ottenere, a meno che il richiedente non si rechi presso una filiale bancaria e non presenti tutta la documentazione necessaria per valutare la propria situazione redditizia.

Infatti sarà necessario rivolgersi ad un professionista. Comunque, gli importi richiedibili con i prestiti in 24 ore per non censiti non sono molto alti. Di solito si aggirano intorno a qualche migliaia di euro. Questo dipende dal fatto che se si tratta di prestiti molto veloci che vengono erogati nel giro di qualche giorno sarà impossibile richiedere delle cifre troppo elevate.

Spesso però il grande vantaggio dei prestiti in 24 ore è che non sono previste delle spese aggiuntive. Ad esempio non si contemplano i costi di apertura della pratica e di gestione poiché l’iter dei finanziamenti è molto agevolato perché dimezzato in fatto di tempo.

In genere sarà comunque possibile accedere a circa 2000 euro o 3000 euro. Se invece si avanza la richiesta con la cessione del quinto, allora sarà possibile ottenere delle cifre maggiori. Quindi in sintesi si può stabilire che l’importo ottenibile con i prestiti in 24 ore per non censiti dipende dal tipo di finanziamento che si vuole fare. E quindi dall’offerta, dall’uso di un garante e dagli anni di anzianità lavorativa.

Prestiti personali per non censiti

Come abbiamo ampiamente ribadito, il modo per ottenere dei prestiti in 24 ore per i non censiti è quello di prendere in considerazione un garante. Ma se non si ha un garante da designare, come un genitore o un amico, magari perché neanche questo rispetta tutti i requisiti, allora il non censito potrà rivolgersi ai prestiti personali. Per prestiti personali si intendono i finanziamenti con la cessione del quinto dello stipendio o della pensione. Ma anche il prestito con la delega di pagamento o anche il prestito con le cambiali.

Si tratta di soluzioni che consentono di accedere al credito anche a chi non ha mai fatto un prestito prima.