Prestiti in 24 ore per apprendisti: come fare? Informazioni e offerte

Indice dei contenuti

Se vuoi scoprire quali sono i migliori prestiti in 24 ore per apprendisti, sei nel posto giusto. In questa guida ti spiegheremo tutto ciò che devi sapere su queste soluzioni di finanziamento.

Introduzione

I prestiti in 24 ore sono dei finanziamenti molto rinomati perché prevedono un iter di erogazione piuttosto semplificato e anche veloce. Ma non bisogna pensare che hanno questo nome perché in 24 ore viene erogato il credito, bensì quelle ore rappresentano il lasso di tempo in cui si potrà ricevere la risposta di fattibilità da parte della banca. Ma non è tutto. I prestiti in 24 ore, anche quelli per apprendisti, garantiscono un processo di erogazione davvero semplice che spesso prevede anche una riduzione nei costi di gestione della pratica.

I finanziamenti tradizionali possono impiegare una durata di tempo variegata sia per ricevere la risposta dalla banca e sia per ricevere la liquidità vera e propria. Spesso non si sa quanto impiegherà la banca a rispondere dopo che abbiamo inviato la domanda per richiedere il prestito. Allo stesso tempo, potranno intercorrere delle settimane prima che si riceva la cifra pattuita dal creditore.

Ma spesso nella vita si affaccia dietro l’angolo una spesa urgente e ci sarà bisogno di coprirla subito. I prestiti classici non potranno dare delle risposte soddisfacenti e quindi le persone si potranno rivolgere ai prestiti in 24 ore. Ovviamente, la velocità della risposta prevedrà un costo maggioritario su qualche fronte, come nei tassi di interesse. Ma vediamo nel dettaglio ogni cosa sui prestiti in 24 ore, soprattutto come faranno gli apprendisti ad accedervi.

Prestiti in 24 ore per apprendisti: cosa sono

I prestiti in 24 ore per gli apprendisti sono delle soluzioni di finanziamento rivolge ai giovani, di solito, che hanno un’età minore ai 29 anni. Tale è la soglia di età per poter avere infatti un contratto di apprendistato. Queste categorie di persone potranno accedere a delle soluzioni di piccoli prestiti anche se non hanno un’entrata fissa troppo cospicua o una busta paga, come accade dei prestiti tradizionali.

Quindi sarà possibile ottenere degli importi ma sono previsti sempre dei limiti. Quindi se un ragazzo ha un lavoro della durata di due anni e mezzo, un istituto finanziario o una banca potrà accettare il prestito se il piano di finanziamento del credito abbia una durata minore o pari al tempo rimanente per il contratto.

Il rimborso del prestito quindi avrà un tempo minore e questo comporta un impegno maggiore dal parte del giovane debitore. Il contratto di apprendistato è molto differente da quello di un contratto a tempo indeterminato e spesso non si potrà accedere ad un prestito personale, come la cessione del quinto del proprio stipendio. Questa soluzione prevede la trattenuta di massimo un quinto della busta paga, tale importo costituirà la mensilità del finanziamento e verrà detratta direttamente dal datore di lavoro. Ma un apprendista non potrà accedere a questa soluzione perché altrimenti resterebbe con una soglia di reddito troppo bassa e vicina ala soglia minima stabilita dallo stato per la sopravvivenza di un individuo. E allora quali tipi di prestiti in 24 ore potranno ottenere  gli apprendisti? Scopriamolo subito.

Prestiti in 24 ore per apprendisti: prestito personale

Come abbiamo già anticipato prima, è difficile che gli apprendisti riescano ad accedere ai prestiti personali in 24 ore a meno che non dimostrino di avere un reddito tale da poter coprire il debito, come un immobile di proprietà o un altro tipo di entrata mensile.

Oppure sarà possibile trovare un equilibrio tra il tempo rimanente sul contratto di lavoro e il piano di ammortamento. Comunque, se la soluzione di credito viene accettata, l’apprendista ogni mese avrà l’addebito sulla sua bista paga per il saldo del mese.

Prestiti in 24 ore per apprendisti con o senza garante

I giovani apprendisti potrebbero rivolgersi anche nei prestiti in 24 senza il garante. Ma anche in questo caso bisogna far sì che il tempo rimanente del lavoro di apprendista sia minore o uguale al periodo di ammortamento.

Invece, se l’apprendista avesse un garante, ossia un fideiussore, allora questi potrà dimostrare un contratto a tempo indeterminato o un’entrata fissa mensile e in questo caso ci sarà una affidabilità creditizia e si potrà ricevere il prestito.

Ma l’apprendista non dovrà esser stato segnalato come un cattivo pagatore o come un protestato e dovrà avere uno storico creditizio perfetto e senza punti negativi.

Migliori prestiti in 24 ore per apprendisti: quale soluzione scegliere

Sono davvero molte le migliori soluzioni a cui rivolgersi per avere dei prestiti in 24 ore per apprendisti. Scopriamo quali sono i vari istituti finanziari che si possono prendere in considerazione.

La Credit Express Giovani è un tipi di credito che consente di ottenere dai 500 euro ai 5000 euro  e c’è una polizza accessoria prevista e un TAEG medio del 7,23%. Un’altra ottima soluzione di prestiti in 24 ore per apprendisti è poi la PostePay Special Cash, ossia una forma di credito che consente di raggiungere cifre che vanno dai 750 euro fino ai 1500 euro con un TAEG medio del 14%. Ottimo è anche il credito proposto da Directa Fin, che consente di accedere massimo 5000 euro con Taeg del 9%.

Anche Insicredit è ottimale, si potranno raggiungere sempre massimo 5000 euro con un TAEG medio del 7%.  Infine vi segnaliamo i prestiti di Compass per apprendisti con la possibilità di erogazione anche in 24 ore. Si potranno ottenere fino a 5000 euro a meno che non si abbia un contratto a tempo indeterminato, in quel caso di potrà arrivare anche a 30.0000 euro con un taeg medio del 7%.

Prestiti in 24 ore per apprendisti: requisiti e garanzie

Fare delle assunzioni con un contratto da apprendisti è molto diffuso in Italia tra le aziende. Questo perché si tratta di contratti che offrono delle agevolazioni fiscali alle imprese.

Di solito i lavoratori dipendenti riusciranno facilmente ad accedere ai prestiti in 24 ore per apprendisti, quindi rientrano nei requisiti del finanziamento. Avendo una busta paga si potrà accedere quasi ad ogni forma di prestito. Anche chi ha un contratto da apprendista rientra nei lavoratori dipendenti, ma ha una scadenza breve.

Quindi le alternative sono trovare un finanziamento che abbia un piano di rimborso della stessa durata del contratto. Oppure si potrà presentare un garante od altre garanzie, come gli immobili di proprietà.