Prestiti in 24 ore: guida al miglior prestito in un giorno, come ottenerlo, offerte, finanziarie

142

Indice dei contenuti

Molti utenti cercano in Rete notizie ed info su prestiti in 24 ore, una maniera per ottenere velocemente finanziamenti per spese urgenti. Tuttavia non è affatto così facile trovare prestiti personali erogati con tale rapidità, nonostante vi siano molte offerte promozionali in giro che provano ad allettare e attirare clienti con questa formula: infatti generalmente i prestiti veloci richiedono almeno 48 ore per essere erogati, in quanto è necessaria comunque una minima fase istruttoria. In ogni caso nella nostra guida dedicata ai prestiti 24 ore analizzeremo in dettaglio questa tipologia di offerta, come ottenere il finanziamento e le principali realtà del mercato del credito che propongono tale prodotto finanziario.

Prestito on line

Una premessa fondamentale sui finanziamenti in 24 ore riguarda la natura di questo prodotto: l’unico modo per avere in maniera tanto veloce dei soldi da un istituto di credito significa richiedere un prestito on line, sfruttando le immani potenzialità dei nuovi mezzi di comunicazione digitale. Dunque un prestito veloce, sia esso davvero in 24 ore o erogato con un po’ di tempo in più, è sempre un prestito on line,

e il più delle volte le 24 ore sono il tempo necessario per la risposta alla domanda di prestito, sia essa positiva o negativa, ma una volta ottenuto l’ok sulla fattibilità dell’operazione, la società finanziaria ha bisogno di un po’ di tempo per arrivare all’erogazione vera e propria.

Requisiti per l’accesso al credito

Se già normalmente c’è bisogno di rispettare determinati criteri per accedere al credito, i requisiti per i prestiti in 24 ore si fanno ancora più stringenti, fissando una serie di paletti sui seguenti elementi:

  • Somma erogabile
  • Livello di reddito del richiedente
  • Affidabilità creditizia

Gli ultimi due criteri sono basilari nell’analisi di qualsiasi tipologia di finanziamento, ma diventano ancora più determinanti per l’erogazione di prestiti veloci: infatti il richiedente deve dimostrare una situazione reddituale assolutamente solida, senza l’ombra di protesti e ritardi di pagamento passati, e pertanto non solo bisogna essere stati sempre regolari, ma bisogna anche avere già un passato creditizio dimostrabile, quindi nella gran parte dei casi sono esclusi dai prestiti 24 ore neo-assunti e soggetti che non hanno mai richiesto prima un finanziamento.

Ma un ulteriore paletto è dato dalla somma erogabile, per cui la gran parte delle società finanziarie fissano il tetto massimo della richiesta di un prestito veloce on line a 5.000 euro. Resta invariato il range di età necessario per accedere al credito, ovvero avere tra i 18 e i 70 anni.

La documentazione

Per quanto l’iter istruttoria sia estremamente semplificato, è comunque necessario portare all’attenzione dell’ente di credito la documentazione necessaria per dimostrare il livello di reddito e per accertare l’identità fiscale del soggetto richiedente. Questo vuol dire che per avanzare domanda di prestito da ottenere in 24 ore è necessario premunirsi di:

  • Carta d’identità in corso di validità
  • Codice fiscale o Tessera sanitaria
  • Documento di reddito (busta paga, cedolino pensione, dichiarazione dei redditi)
  • Bolletta di un’utenza (facoltativa)

A seconda della finanziaria a cui ci si rivolge è possibile presentare anche la documentazione on line, in modo da accelerare ulteriormente i tempi di valutazione, oppure consegnare tali certificazioni personali e di reddito presso la sede più vicina della finanziaria. Anche la firma per sottoscrivere il contratto può avvenire in sede oppure on line mediante firma digitale, dipende sempre dalle politiche applicate dalla singola società di credito.

Come viene erogato il prestito

Il prestito personale in 24 ore viene erogato solitamente mediante bonifico bancario, che è il mezzo più veloce per ottenere la somma una volta concluso positivamente l’iter istruttorio. In alcuni casi è possibile chiedere che la somma venga erogata tramite un assegno circolare, ma tale metodo è raramente utilizzato.

Alcune società finanziarie offrono come modalità di prestito rapido una carta di credito revolving, che permette di avere a disposizione una piccola somma per rateizzare gli acquisti e le spese effettuate, da collegare direttamente al proprio conto corrente.

Prestiti rapidi senza un reddito dimostrabile: sono possibili?

Come abbiamo detto i criteri per un prestito 24 ore sono piuttosto stringenti, per cui non avere un reddito dimostrabile restringe le opportunità di ottenere un credito. Tuttavia poiché parliamo di cifre alquanto contenute, che limitano enormemente il rischio insolvenza per un istituto di credito, esistono invero alcune alternative: vediamo insieme quali

  • Prestito su pegno: per ottenere una piccola somma bisogna possedere un oggetto di valore rivolgendosi a banche che propongono questa tipologia di credito (non sono moltissime). In genere si riesce difficilmente ad ottenere più del 50 per cento del valore stimato del bene in pegno, ma il vantaggio è che in diversi casi si si può ottenere la somma alla consegna dell’oggetto, quindi una sorta di prestito istantaneo. In altri casi comunque la procedura per il pegno può richiedere tempistiche più lunghe per la stima, dipende in buona sostanza dall’oggetto impegnato
  • Prestito cambializzato: rispetto alle classiche rate di ammortamento, le cambiali sono un titolo esecutivo, per cui offrono al creditore ampie garanzie, e in questo modo è possibile ottenere prestiti istantanei anche senza un reddito dimostrabile, in taluni casi anche per chi ha avuto disguidi passati. Tuttavia saltare anche una sola cambiale può comportare l’espropriazione dei beni del debitore da parte della banca o finanziaria
  • Credito rotativo: si tratta di una una formula usata soprattutto da alcune finanziarie, per cui viene concessa una somma di importo contenuto dopo un’attenta fase di valutazione, i cui tempi sono variabili, e si pagano gli interessi solo quando si usufruisce di tale capitale, e solo sulla parte che viene effettivamente utilizzata. Il vantaggio di questa tipologia di prodotto finanziario è che è possibile ripristinare il capitale a disposizione in misura crescente a mano a mano che si pagano le rate di rimborso, così da poterlo impiegare nuovamente in caso di bisogno successivo
  • Pre-valutazioni: in questo caso tra banca e cliente avviene un’analisi preventiva di tutta la procedura di valutazione per la concessione della somma indicata nel contratto, senza richiederne l’effettiva erogazione: solo al momento del bisogno si può fare richiesta del suo utilizzo, ed iniziare a pagare le rate per la restituzione. In questi casi possiamo parlare anche di un prestito immediato
  • Prestito finalizzato dilazionato: per un prestito finalizzato all’acquisto con somme contenute è possibile rivolgersi a un punto vendita convenzionato che propone una formula di pagamento dilazionata. In questi casi basta essere titolari di un conto corrente collegato ad una carta bancomat che viene letta dal sistema Pos usato dal venditore, oltre a consegnare documenti personali ed un numero di telefono cellulare per ricevere il codice Otp di conferma

Durata del piano di ammortamento

Per un prestito personale classico i piani di ammortamento vanno dai 12 ai 120 mesi, ma come sappiamo il numero di rate è strettamente collegato anche alla somma stanziata per il prestito. Per un finanziamento veloce di importo contenuto come appunto un prestito con risposta in 24 ore

la durata selezionabile presenta minori opzioni, e dando una scorsa ad alcune offerte di prestito rapido on line sul mercato emerge una media di 36-48 mensilità al massimo per l’ammortamento complessivo del debito, considerando appunto le cifre minori erogabili attraverso tale modalità.

Gli elementi del contratto

Come per qualsiasi tipologia di finanziamento erogato, per essere considerato valido il contratto deve contenere al suo interno alcuni elementi specifici che ne connotano non solo la trasparenza ma l’assoluta validità in base alle normative vigenti in materia finanziaria. Il contratto, sottoscritto da ambo le parti in causa per essere considerato valido, deve pertanto riportare esplicitamente al proprio interno:

  • La tipologia del finanziamento erogato
  • L’ammontare del capitale e le modalità del finanziamento
  • Il numero, gli importi e la data di scadenza delle singole rate
  • Il Tasso Annuo Nominale (TAN), valore percentuale che indica il tasso di interesse puro che si applica al finanziamento
  • Il Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG), valore percentuale che comprende tutti gli interessi, le spese e gli oneri accessori correlati al prestito
  • A quali condizioni il TAEG può essere modificato eventualmente nel tempo
  • L’importo e la causale di tutti gli oneri aggiuntivi che sono esclusi dal calcolo del TAEG
  • Le eventuali garanzie richieste
  • Le eventuali coperture assicurative richieste e non incluse nel calcolo del TAEG
  • Le informazioni sull’estinzione anticipata del prestito

Estinzione anticipata

Anche per un prestito veloce in 24 ore è possibile usufruire dell’opzione di estinzione anticipata nel caso in cui si voglia saldare anzitempo il debito. Come per qualsiasi altro finanziamento vale la norma per cui

il rimborso del capitale residuo ancora dovuto viene ulteriormente maggiorato di una penale che comunque non può essere superiore per legge all’1 per cento dell’importo finanziato. Se nel contratto non viene specificato qual è l’importo del capitale residuo dopo ciascuna rata di rimborso, si deve intendere come la somma del valore intero di tutte le rate non ancora scadute alla data del rimborso anticipato.

A chi richiedere prestiti veloci

Fare un elenco delle società finanziarie che propongono prestiti rapidi on line è assai complicato, giacché in teoria esso è presente nel ventaglio di proposte finanziarie di quasi tutti gli agenti che operano nel settore. Tuttavia come abbiamo già più volte sottolineato le 24 ore spesso non corrispondono all’effettiva erogazione del finanziamento, ma solo a una sorta di pre-valutazione circa la fattibilità dell’operazione finanziaria. In ogni caso vogliamo proporvi una breve lista di società finanziarie estremamente affidabili, che godono di eccellente reputazione nel settore, le quali propongono prestiti veloci on line erogati dopo una fase istruttoria molto breve:

  • Agos Ducato
  • Younited
  • Cofidis
  • Finatel
  • Wonga

Prestiti tra privati on line: il social lending

Esiste poi un’altra strada che è possibile percorrere per avere prestiti veloci in 24 ore o poco più: parliamo del social lending, un fenomeno che ha conosciuto negli ultimi anni una crescita esponenziale. Di cosa si tratta? Parliamo sostanzialmente di prestiti tra privati via web, che sfruttano delle apposite piattaforme autorizzate dalla Banca d’Italia, le quali fungono da punto di incontro tra coloro che sono in cerca di denaro e chi lo mette a disposizione per il prestito. Dopo una semplice iscrizione alla piattaforma si può avanzare la propria richiesta di prestito, sottoposta a un iter istruttorio sulla solvibilità e affidabilità davvero brevissimo.

Il vantaggio per l’utente sono tassi di interesse mediamente più bassi rispetto a qualsiasi prestito personale richiesto da una banca o finanziaria, e con erogazione quasi immediata una volta ottenuto l’ok. Questo accade anche perché la cifra erogata non viene prelevata da un singolo prestatore, ma tra molteplici che mettono a disposizione piccole cifre, riducendo quindi il livello di rischio in maniera importante.

In Italia le piattaforma autorizzate sono poche ma molto affidabili, quali ad esempio Smartika o Prestiamoci, e possono rivelarsi una valida alternativa alle strade consuete per ottenere credito in tempi estremamente rapidi.

Richiedere un preventivo

Anche se le opzioni a disposizione non sono così numerose quanto per un prestito personale standard, anche per un prestito rapido in 24 ore è consigliabile prima richiedere più preventivi e analizzarli per verificare le condizioni economiche proposte. La richiesta di preventivi on line è assolutamente gratuita, e in molti siti ufficiali di finanziarie

è presente anche un simulatore di rata che permette di comprendere quanto andremo a pagare ogni mese richiedendo il finanziamento, semplicemente inserendo l’importo del capitale e il numero di rate del piano di ammortamento, dal minimo al massimo previsto.

I tassi di interesse

Analizzare le condizioni economiche di un finanziamento è necessario per valutarne la convenienza. Lo si può fare attraverso i comparatori on line che permettono di avere davanti le migliori offerte del momento circa i vari prodotti finanziari disponibili sul mercato del credito, oppure richiedendo preventivi on line gratuiti come abbiamo evidenziato nel capitolo precedente. In ogni caso gli elementi da tenere presente sono essenzialmente due,

  • Il TAN (Tasso Annuo Nominale), che indica il tasso di interesse puro applicato al capitale
  • Il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale), che indica il complesso delle spese correlate al finanziamento, comprese spese ed oneri fiscali vari

Quando valutiamo un’offerta di prestito 24 ore pertanto dovremo accertare non soltanto le effettive tempistiche di erogazione ma anche la vantaggiosità dei tassi di interessi, espressi in valore percentuale. In particolare il TAEG può rivelarsi decisivo per capire quanto sia effettivamente vantaggiosa la proposta di finanziamento, per cui un confronto tra più preventivi ci aiuterà senz’altro a scegliere l’offerta economicamente più conveniente per le nostre possibilità di rimborso.

Consigli per scegliere un prestito veloce

Abbiamo visto che sono necessari determinati requisiti per poter ottenere un prestito veloce, solidità finanziaria, affidabilità creditizia, aggiungiamo anche l’assenza di altri finanziamenti in corso. Ma le valutazioni devono essere fatte anche dall’utente, che innanzitutto deve avere la certezza che i propri dati sensibili vengano trattati con estrema sicurezza durante la pratica istruttoria on line. Qui di seguito vogliamo riportare alcuni consigli e suggerimenti utili per non incappare in società di dubbia affidabilità, dietro l’allettamento di condizioni economiche molto vantaggiose e tempi di erogazione rapidissimi:

  • Scegliere sempre società finanziarie che abbiano una solida reputazione, valutabile attraverso siti ufficiali, evitando intermediari poco affidabili
  • La corrispondenza tra utente e società deve avvenire mediante mail ufficiale, e in caso di dubbi rivolgersi direttamente al servizio clienti della finanziaria di riferimento per chiedere delucidazioni
  • Il soggetto predisposto alla contrattazione deve identificarsi correttamente esplicando il cognome, il nome, l’ubicazione e numero di iscrizione all’Ufficio Italiano Cambi UIC
  • Il contratto di finanziamento deve riportare esplicitamente tutti gli elementi sottoposti a tutela della trasparenza, senza omissione alcuna
  • L’immissione di dati sensibili e l’eventuale siglatura tramite firma digitale, ove prevista, devono essere sottoposti a codici, cifrature e qualsivoglia altro metodo che garantisca la piena sicurezza per il cliente

Seguendo con accortezza questi semplici consigli difficilmente cadrete vittima di tranelli e truffe, e potrete avere la garanzia di un finanziamento rapido e sicuro, anche senza un incontro presso una sede fisica con un intermediario.

Conclusioni

Sebbene in una larga fascia di utenza vi sia ancora una certa diffidenza verso la richiesta di finanziamenti on line, chi volesse davvero ottenere prestiti in 24 ore non può che affidarsi ai nuovi strumenti di comunicazione digitale, i quali consentono di accelerare notevolmente le tempistiche che vanno dall’inoltro della domanda alla fase istruttoria, fino all’approvazione e all’erogazione vera e propria.

Che poi il finanziamento difficilmente venga erogato in 24 ore è vero, come abbiamo più volte sottolineato, ma parliamo comunque di prestiti estremamente rapidi, in cui le tempistiche vengono abbreviate sia in virtù dell’apparato tecnologico a disposizione, ma anche perché le cifre richiedibili sono molto contenute, in genere importi non superiori ai 5.000 euro, riducendo pertanto il livello di rischio per gli istituti di credito, ed anche le spese necessarie per l’iter istruttorio risultano assai ridotte rispetto a un prestito personale standard.