Prestiti in 24 ore e in ammortamento: cosa sono e come funzionano

Indice dei contenuti

Quando si vuol procedere a fare la richiesta di un prestito in 24 ore, l’aspetto principale che deve essere tenuto presente riguarda il piano di ammortamento. Tale piano è la modalità di rimborso con cui deve essere dilazionata la restituzione dell’intero importo, compresi interessi ed oneri.

Nel momento in cui si fa richiesta di un prestito veloce, che deve essere erogato in 24 ore o poco di più, è importante concordare in modo preventivo la durata dello stesso rimborso del finanziamento. Questo è possibile farlo tramite le varie opzioni prestabilite.

Andremo a vedere nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere su quali sono le modalità di rimborso di un prestito 24 ore.

Da cosa si compone il piano di ammortamento

Quando la cifra richiesta è più elevata, allora potrà essere allungato anche il piano di ammortamento del debito stesso. Si parte da minimo 1 anno fino ad un massimo di 10 anni. 

Tale piano si compone di più rate tante quanti sono i mesi dell’anno. In un prestito personale di 24 ore il tasso risulta fisso. Quindi, la cifra che deve essere pagata è la stessa per ogni scadenza.

Come si calcola l’ammortamento

Prima di decidere di accettare una proposta di finanziamento, sarà meglio calcolare lo stesso piano di ammortamento sulla base di quello che è il preventivo. Tale preventivo può essere confrontato con altri, utilizzando i comparatori appositi online. Risulta essenziale farlo per trovare le migliori condizioni economiche che vengono offerte.

Ci sono diversi istituti di credito che garantiscono sui loro siti internet la possibilità di fare uso di un simulatore di prestiti. Il calcolo del tasso di interesse stesso avverrà in modo automatico, semplicemente inserendo tutte le cifre che concernono l’importo e il numero dei mesi per il piano di ammortamento.

Tassi di interesse

Quando si ha intenzione di ottenere un prestito in sole 24 ore, si deve fare molta attenzione a tutti i tassi di interesse che vengono applicati. Ciò si traduce in una maggiore convenienza per noi stessi.

Infatti, si devono sempre analizzare nel dettaglio le proposte finanziarie che vengono fatte da tutti gli enti di credito, questo prima di sottoscrivere lo stesso prestito. Ma vediamo i due tassi principali di un prestito:

  • Il TAN, sta per Tasso Annuo Nominale, esso indica in valore di percentuale tutti gli interessi che si devono pagare sul capitale richiesto;
  • Il TAEG, sta per Tasso Annuo Effettivo Globale, esso indica in valore percentuale gli interessi, ma anche tutte le spese per l’erogazione di un prestito.

Quando sono bassi tutti e due i valori rispetto alla concorrenza, allora è maggiore la convenienza in fatto di rimborso del prestito. Soprattutto il TAEG è molto importante. Questo perché è quello che riguarda e concerne anche tutti gli oneri accessori, spese e commissioni che saranno caricate sul piano di ammortamento.

Sicuramente il vantaggio del prestito 24 ore online è che tutte le spese accessorie saranno azzerate, dato che la fase di istruttoria risulta essere più breve.

Quali sono le opzioni in fatto di flessibilità?

Vi sono tante società finanziarie che accompagnano le varie proposte di prestito personale, così come anche quelle che vengono erogate in modo rapido in sole 24 o 48 ore. Così come ci sono delle specifiche opzioni per quanto riguarda la flessibilità che varia in base a quello che è l’istituto di credito.

Fare una casistica completa è pertanto difficile, ma possiamo indicare alcune delle più comune e diffuse opzioni del prestito flessibile, come ad esempio la possibilità di saltare una rata e posticiparne il rimborso in caso di necessità, modificare l’importo della rata nel corso dell’ammortamento, e cambiare la durata complessiva dell’ammortamento.

Un discorso a parte riguarda il pre-ammortamento, quindi un’opportunità che danno molte banche e finanziarie allo stesso cliente di rimandare l’inizio del rimborso.

L’estinzione anticipata per il prestito 24 ore

Per quanto riguarda il prestito ottenibili in 24 ore viene prevista la possibilità di richiedere l’estinzione anticipata. Si tratta di un’opzione importante e che concerne la restituzione in anticipo del capitale che rimane da pagare, ma anche gli interessi maturati fino a tal momento.

Proprio per questo motivo, tante finanziarie fanno pagare la quota di interessi più elevata all’inizio, di modo che poi nel corso del tempo sia meno conveniente estinguere il prestito. Di solito, decidere di estinguere in anticipo il prestito conviene solo se si è all’inizio del prestito, con ancora tanti interessi da dare. Nel caso in cui si sia quasi finito, la soluzione potrebbe non essere vantaggiosa vista anche la penale da pagare.

Per cui, il consiglio è quello di verificare sempre nel contratto del finanziamento quello che è il prospetto della situazione. Così da fare una valutazione sul totale delle quote di capitale residuo e di interessi.

Penale e costo

A partire dal 1 giugno 2013 è stata introdotta la normativa che tratta della penale per l’estinzione anticipata riguardante un finanziamento. Oltre al capitale residuo ed a tutti gli interessi che sono maturati infatti, il titolare di tale prestito probabilmente potrebbe farsi carico della restituzione dei mancati interessi. Ciò per quanto riguarda le rate tramite il pagamento di una percentuale piccola sul totale che è dovuto all’istituto di credito.

La penale non può superare l’1% del totale residuo. Inoltre, questo indennizzo non è dovuto se tutto l’importo che viene rimborsato anticipatamente è quello che corrisponde all’intero debito residuo. Ci sono anche dei prestiti personali dove nel momento della sottoscrizione del contratto allegano un’assicurazione a garanzia del credito.

Ma è raro che sia presente in un prestito veloce 24 ore, dato che ha iter e modalità contrattuali che risultano essere molto più snelle, questo al fine di garantire la massima rapidità.

Conclusioni

Il funzionamento che riguarda tutte la modalità di rimborso di un prestito 24 ore non è diverso in merito a quello che riguarda un prestito personale standard. Quindi, dopo aver capito che si tratta lo stesso di tante rate tanti quanti sono i mesi dell’anno, con importi a tasso fisso, ciò che risulta diverso è solo come vengono dilazionate nel piano di ammortamento.

Il prestito veloce concerne cifre contenute in fase di erogazione, dato che si tratta di un prodotto che viene pensato per chi ha bisogno di affrontare una spesa imprevista ed urgente.