Prestiti in 24 ore: come avviene l’erogazione e qual è la modalità di rimborso

49

Indice dei contenuti

Come funzionano i prestiti in 24 ore? Si tratta di una tipologia di finanziamento molto ricercata oggi dagli utenti che devono far fronte a spese improvvise ed urgenti, e necessitano pertanto di liquidità in brevissimo tempo. In questa guida dedicata all’argomento cercheremo di analizzare in dettaglio tutti gli aspetti che caratterizzano i prestiti veloci, che assumono varie denominazioni ed hanno elementi che possono mutare in base alla banca o la società finanziaria a cui ci si rivolge, ma tendenzialmente presentano fattori identici nella modalità di funzionamento. Vediamo allora tutto quello che bisogna sapere sui prestiti in 24 ore, a cominciare proprio dalle tempistiche di erogazione, che sono l’aspetto dirimente di tale prodotto finanziario.

Prestiti veloci ed immediati: sono davvero in 24 ore?

Districarsi nella giungla delle pubblicità e promozioni del mercato finanziario non è affatto facile, ed è molto facile sentirsi “ingannati” quando poi andiamo materialmente a richiedere un prestito rapido. Quali sono le reali tempistiche di un prestito di questo tipo? Sebbene vengano pubblicizzati come prestiti in 24 ore

nella stragrande maggioranza dei casi ci vogliono almeno 48 ore per l’erogazione del capitale richiesto. Le 24 ore pubblicizzate si riferiscono il più delle volte all’accettazione da parte della finanziaria circa la fattibilità del prestito, ma è necessario comunque un minimo di valutazione istruttoria prima di erogare la somma concordata.

Le caratteristiche

Che si tratti di effettivamente 24 ore o ci voglia un po’ più di tempo, parliamo comunque di prestiti veloci o immediati, prodotti finanziari con la fase istruttoria più rapida tra quelli disponibili sul mercato del credito. Le principali caratteristiche dei prestiti 24 ore in sintesi sono:

  • Modalità di richiesta finanziamento on line
  • Importo massimo richiedibile inferiore a un prestito personale standard
  • Fase istruttoria estremamente breve

Ricordiamo che si tratta sempre in ogni caso di prestiti non finalizzati, ossia non è necessario presentare alcun giustificativo di spesa in sede di presentazione della domanda, che va inoltrata direttamente all’istituto di credito senza bisogno di intermediari.

Prestito veloce on line

Al netto di ciò che potrà essere dichiarato in un volantino promozionale, una certezza che possiamo senz’altro rivelare è che un finanziamento veloce è sempre un prestito on line, giacché si fruttano le opportunità che offrono i nuovi strumenti di comunicazione digitale. Possiamo avere a che fare con due tipologie di prestito veloce on line, ovvero:

  • Finanziamento in cui tutto l’iter viene svolto on line, dall’invio della domanda fino alla sottoscrizione del contratto
  • Finanziamento in cui solo alcuni aspetti dell’istruttoria avvengono on line, mentre per altre cose come la consegna dei documenti o la firma sul contratto bisogna recarsi fisicamente in sede

La prima dinamica è ancora meno diffusa, a causa anche di un po’ di resistenze e timori dell’utente medio circa la sicurezza, ma sta prendendo sempre più piede, ed è l’iter istruttorio che davvero consente di ricevere il capitale nel più breve tempo possibile. Inoltre il prestito on line permette di avere anche tassi di interesse più basse, poiché si riducono o annullano completamente le spese istruttorie per la finanziaria, per cui non vengono caricate sul cliente al momento della definizione della rata di rimborso.

La documentazione

Non vi sono sostanziali differenziazioni circa la documentazione da presentare per avviare la fase istruttoria: che si tratti di invio on line in formato digitale oppure recarsi direttamente presso la sede più vicina della finanziaria,  è necessario presentare

  • Documento d’identità in corso di validità
  • Codice Fiscale o Tessera Sanitaria
  • Documento di reddito (busta paga o dichiarazione dei redditi)

Qualche istituto di credito potrebbe anche richiedere la bolletta di un’utenza intestata quale luce, acqua, gas o connessione telefonica/web. Ci possono essere casi più complessi, come ad esempio chi ha avuto disguidi finanziari precedenti, per cui potrebbe essere richiesta ulteriore documentazione, e naturalmente in questi frangenti i tempi dell’erogazione si allungano.

Quali importi vengono erogati?

Una delle questioni dirimenti per i prestiti 24 ore è certamente legata all’importo che si può richiedere. Chiaramente il documento di reddito gioca un ruolo fondamentale, ma bisogna tenere presente che più risulta elevato il capitale erogato maggiore rappresenta il fattore di rischio insolvenza per un istituto di credito. Per questo motivo

molte finanziarie che promettono di erogare prestiti in 24 o 48 ore per garantire tale velocità pongono un tetto alla richiesta di prestito rapido non oltre i 5.000 o i 10.000 euro.

ovviamente esistono anche finanziarie che offrono prestiti veloci per somme più elevate, fino anche a 30.000 o 40.000 euro, ma sicuramente una caratteristica ricorrente per l’erogazione di finanziamenti così rapidi è la presenza di importi più contenuti, che permettono l’erogazione talora anche a chi ha avuto segnalazioni di disguidi precedenti.

La modalità di rimborso

Anche dal punto di vista della modalità di rimborso ci muoviamo nella stessa direzione di un prestito personale standard, ossia con la scelta di piani di ammortamento selezionabili tra un minimo di 1 anno e un massimo di 10 anni.

Il pagamento avviene attraverso comode rate mensili di importo fisso, costituite da una quota capitale e una quota interessi. Esistono anche diverse opzioni di flessibilità sul pagamento, che variano in base alla società finanziaria a cui ci si rivolge.

Come per ogni tipologia di finanziamento, anche per un prestito erogato in 24 ore esiste l’opportunità di ricorrere all’estinzione anticipata, che prevede il rimborso del capitale ancora dovuto più una piccola penale che per legge non può superare l’1 per cento del capitale residuo.

I tassi di interesse

Fondamentale nella scelta di qualsiasi prodotto finanziario sono le condizioni proposte dal singolo istituto di credito per l’erogazione e il rimborso. In particolare un richiedente deve osservare nel foglio di preventivo i tassi di interesse applicati, che vengono così espressi in valore percentuale:

  • Il TAN (Tasso Annuo Nominale), che indica gli interessi puri applicati al capitale erogato
  • Il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) che indica l’insieme dei costi globali applicati al capitale erogato

Più TAN e TAEG sono bassi rispetto alla concorrenza, maggiore è la convenienza del prestito. Come abbiamo detto un prestito on line presenta tassi molto allettanti poiché abbrevia la fase istruttoria, per cui è facile individuare dei prestiti veloci con tassi anche inferiori rispetto alla media di mercato.

Tipologie di prestiti veloci

Senza volerci addentrare nei singoli prodotti finanziari, giacché sono davvero troppi per poterli elencare considerando il numero di banche e finanziarie presenti sul mercato, ci limitiamo ad indicare alcuni esempi particolari di prestiti veloci, che si rivolgono a determinate categorie di utenti:

  • Prestiti veloci per studenti
  • Prestiti veloci per lavoratori dipendenti
  • Prestiti veloci per pensionati
  • Prestiti veloci per cattivi pagatori

Sono prodotti molto differenti, e che presentano limitazioni specifiche sia sui requisiti richiesti per l’accesso al credito che per gli importi erogati, ma in comune hanno delle tempistiche molto rapide che vanno dalle 24 ore ai 3 giorni massimo. Per maggiori informazioni in merito alle singole tipologie vi invitiamo a consultare direttamente i siti internet ufficiali degli istituti preposti all’erogazione di tali tipologie di finanziamento, come ad esempio l’INPS per i dipendenti pubblici e pensionati.

Come trovare il miglior prestito in 24 ore

Poiché le proposte finanziarie sono davvero tantissime, può risultare disorientante scegliere il miglior prestito 24 ore sulla base delle proprie necessità ed esigenze personali. Innanzitutto un consiglio tanto ovvio quanto efficace: mai affidarsi alla prima finanziaria che capita sotto mano, magari quella più vicina al proprio domicilio, ma spendere il tempo necessario per cercare davvero le offerte più allettanti del momento, evitando le ditte finanziarie di dubbio profilo. Meglio sempre orientarsi verso gli istituti di credito più rinomati sul mercato, che offrono maggiori garanzie in tutti i sensi.

I comparatori on line aiutano a scegliere le offerte finanziarie migliori disponibili sul mercato, confrontando tassi di interesse e condizioni economiche in generale offerte tra i vari prodotti. In questo modo potremo avere anche info dettagliate su tempistiche di erogazione, modalità di rimborso e importi richiedibili.

In ogni caso è sempre bene avere almeno 4 o 5 preventivi prima di scegliere l’offerta di prestito veloce da sottoscrivere. Ricordiamo che la richiesta di preventivi a un istituto di credito on line è assolutamente gratuita e non comporta alcun obbligo, per cui non si deve indugiare nella richiesta, in modo da poter analizzare in dettaglio le condizioni economiche offerte.