Come richiedere un prestito in 24 ore tra privati via web: guida completa, informazioni, dettagli

142

Indice dei contenuti

Quando richiedere un prestito in banca o una società finanziaria diventa complicato, o anche semplicemente le tempistiche non soddisfano la necessità di affrontare una spesa imprevista ed urgente, la soluzione può essere un prestito tra privati via web. Prestare denaro fuori dal circuito bancario è una pratica antica, regolata nel tempo anche da precise norme, ma la nascita e lo sviluppo dei nuovi strumenti di tecnologia digitale ha portato alla nascita di piattaforme che garantiscono la sicurezza e l’efficienza nello scambio di denaro tra privati cittadini. Sono delle vere e proprie community, che operano rispettando un protocollo autorizzato dalla Banca d’Italia, dove prestatori e richiedenti si incontrano, aggirando molti ostacoli che si trovano quando ci si rivolge a un istituto di credito: vediamo allora come richiedere un prestito in 24 ore tra privati via web, con tutte le informazioni utili sul funzionamento di questa nuova leva del mercato del credito.

Come funziona il prestito tra privati via web

I fattori che scoraggiamo molte persone a rivolgersi a banche e finanziarie per ottenere una somma di denaro sono tempi di attesa lunghi, interessi elevati, una complessa e articolata burocrazia che spesso risulta estenuante. Se non tutte, gran parte di queste problematiche vengono eliminate quando si richiede un prestito via web attraverso queste piattaforme autorizzate, in Italia abbiamo ad esempio Prestiamoci o Smartika tra le più utilizzate ed apprezzate dagli utenti. Come funziona il prestito tra privati on line? Innanzitutto

ci si iscrive alla piattaforma con i dati necessari richiesti, e questo vale sia per chi vuole ricevere il denaro sia per chi è intenzionato a prestarlo. I requisiti per acconsentire al finanziamento sono di base i medesimi di qualsiasi istituto di credito, ovvero solidità finanziaria e affidabilità creditizia, ma il tutto avviene con tempistiche estremamente rapide, anche entro le 24 ore, e il denaro erogato viene suddiviso tra tanti piccoli prestatori, in modo da ridurre al minimo il livello di rischio.

Quali sono i vantaggi?

Alla base del successo crescente di queste piattaforme per prestiti tra privati sul web vi sono numerosi vantaggi che fanno optare spesso tale soluzione rispetto alla richiesta standard di prestito anche on line presso una banca o finanziaria. I principali punti a favore del prestito tra privati via web sono

  • Tempi di erogazione rapidi
  • Interessi più bassi della media di mercato
  • Massima personalizzazione anche per l’ammontare della rata mensile
  • Nessun bisogno di un garante

Ovviamente anche un prestito tra privati può essere rifiutato, così come sono presenti dei meccanismi di intervento per chi non rispetta le scadenze circa le rate di rimborso proprio come con gli istituti di credito, ma tutto avviene con assai meno rigidità burocratiche, consentendo quindi la massima rapidità.

L’invio della domanda

Già dall’invio della domanda di finanziamento emerge la facilità e la velocità rispetto alla medesima pratica quando viene richiesta da un istituto di credito. Una volta iscritti alla piattaforma, bastano pochi minuti per compilare tutti i campi previsti nel modulo di richiesta, che comprendono

  • Dati personali
  • Importo del capitale richiesto
  • Importo della rata mensile
  • Tempistica del rimborso

Il responso avviene entro le 24 ore, procedendo poi immediatamente all’erogazione del denaro nelle modalità previste.

L’erogazione del capitale

Una volta compilato l’apposito modulo, l’utente riceve immediatamente una mail di conferma in cui viene in buona sostanza simulato il piano di ammortamento con la rata mensile che si dovrà pagare per il rimborso: come abbiamo anticipato, entro le 24 ore arriverà poi il responso definitivo con le informazioni sul  tasso d’interesse applicato. Una volta accettato il prestito, il richiedente viene inserito nel database del sito e si procede all’erogazione del denaro, prelevato tra i vari prestatori che mettono a disposizione il denaro come forma di investimento.

Se la somma richiesta è una piccola cifra l’erogazione avviene in tempi brevissimi, mentre all’aumentare della cifra potrebbero volerci un certo numero di giorni, cercando di ottenere la copertura necessaria per la cifra richiesta entro 15 giorni. Qualora dopo 30 giorni la domanda prestito non abbia ricevuto seguito, la proposta viene cancellata dalla schermata, ma è sempre possibile inserire nuovamente la richiesta.

Requisiti richiesti per il prestito tra privati

Se è vero che le tempistiche sono molto accelerate, e che rispetto a un istituto di credito tradizionale vengono abbattute molte barriere per l’accesso al credito, questo non vuol dire che qualunque richiesta può essere accettata. Infatti è necessario comunque rispettare determinati requisiti per tutelare i prestatori dal rimborso, ed essi comprendono

  • Essere una persona fisica
  • Essere intestatari di un conto corrente aperto almeno 6 mesi prima
  • Avere cittadinanza italiana
  • Aver maturato almeno 6 mesi di contratto da lavoro dipendente oppure certificare 24 mesi nella stessa attività per imprenditori e liberi professionisti

Seppur esistano anche prodotti specifici come il consolidamento debiti o un finanziamento per acquistare auto o arredare casa, non è richiesto alcun giustificativo di spesa durante l’iter di richiesta, in quanto si tratta dell’equivalente di un classico prestito personale.

Tassi di interesse

I fattori decisivi per valutare la convenienza di un finanziamento restano i due tassi di interesse principali che influenzano l’ammontare della rata mensile di ammortamento, ovvero

  • TAN, il Tasso Annuo Nominale che indica in valore percentuale gli interessi applicati al capitale
  • TAEG, il Tasso Annuo Effettivo Globale che indica in valore percentuale l’insieme di tutte le spese correlate all’erogazione del finanziamento

Come sono i tassi di interesse nel prestito tra privati on line rispetto alla media di mercato? Ovviamente molto dipende dalla somma richiesta e dalla dilazione del piano di ammortamento, che solitamente non supera i 72 mesi, ma monitorando le piattaforme di prestiti tra privati via web e confrontandole con gli istituti di credito principali, emerge una riduzione di 1-2 punti percentuali su entrambi i tassi di interesse, per cui possiamo avere finanziamenti con TAN al 3-4 per cento, e TAEG intorno al 5 per cento.

Cosa succede in caso di mancato pagamento

Il fatto che sia un prestito tra privati non significa che non si possa diventare cattivi pagatori in caso di mancato pagamento di più rate di ammortamento previste. In genere una scadenza saltata viene ancora tollerata, purché vi sia tempestiva informazione da parte del debitore con adeguata motivazione, ma il pagamento saltato andrà comunque rimborsato, e in caso di reiterazione entrano in gioco le società di recupero crediti esattamente come avverrebbe in un prestito normale, giocandosi la possibilità di ricevere ulteriori prestiti in futuro.

I prestatori di denaro delle piattaforme hanno comunque una serie di tutele per mantenere il proprio investimento sicuro. Già il fatto che vi sia comunque una fase istruttoria di valutazione del profilo del richiedente consente di limitare “cattive sorprese”, ma in ultima istanza comunque la piattaforma copre almeno parzialmente le perdite in caso di cattivo pagatore, garantendo al prestatore almeno il recupero della somma versata.

Conclusioni

Richiedere un prestito in 24 ore tra privato via web è molto facile come abbiamo visto, e dal punto di vista della sicurezza siamo pienamente garantiti da queste piattaforme che devono rispettare norme molto severe per avere l’autorizzazione della Banca d’Italia. Si tratta in buona sostanza di un finanziamento a tassi più bassi della media e con tempi di erogazione estremamente rapidi, e soprattutto per chi ha bisogno di piccole cifre, intorno ai 5.000 euro massimo di importo, può rappresentare la soluzione ottimale per ovviare a una spesa imprevista in maniera quasi immediata.